Blog

10 spunti per portare il tuo potenziale cliente in uno stato d’animo positivo per la vendita

Vuoi scoprire come riuscire a portare il potenziale cliente che ti entra in negozio, in uno stato d’animo positivo per il buon esito della trattativa di vendita che andrai a fare?

Ripensavo a questo, andando a rivivere con i ricordi tutte quelle volte che sono stato cliente, dove il venditore che avevo davanti non ha saputo creare in me quello stato d’animo positivo , così da predispormi favorevolmente all’acquisto.

Se adesso stai pensando:

“Ma io non sono così, io metto tutti (…) i miei clienti a loro agio quando entrano nel mio negozio.”

e se è davvero così, allora ti faccio i miei complimenti.

Se invece vuoi migliorare ancora quello che già stai facendo, allora qui puoi trovare dei contenuti di valore per aiutarti a raggiungere questo obiettivo.

Ecco i 10 spunti per portare il tuo potenziale cliente in uno stato d’animo positivo per la vendita:

 

1 – Cura il primo contatto

Quando saluti il potenziale cliente, guardalo negli occhi, per entrare subito in contatto con lui. Poi sorridi e assumi una espressione rilassata e cordiale.

 

2 – Dai attenzione anche agli altri presenti

Spesso ci sono ingressi in negozio dove ci sono due o più persone insieme: evita di concentrare la tua attenzione e parlare solo con uno, e coinvolgi e dimostra attenzione anche verso gli altri.

 

3 – Prendi spunto da ciò che ti dice

Prendi sempre spunto da ciò che il potenziale cliente ti dice, non parlare solo tu a ruota libera. Questo è un aspetto importante, per il quale gioca un ruolo fondamentale l’arte del porre domande, cosa che approfondisco molto nei miei corsi.

 

4 – Dimostrati realmente interessato a lui/loro

Usa la parte paraverbale e non verbale della comunicazione per trasmetterlo efficacemente. Esprimiti con un tono di voce cordiale ed entusiasta e fatti brillare gli occhi. Inoltre, manifestagli la tua attenzione attraverso affermazioni che esaltino le sue doti, ad esempio: “Sa che lei è molto preparato sulla cosa? Sono felice, perché così potremmo parlare in maniera migliore”.

 

5 – Rinforza il tutto con qualche piccolo apprezzamento ogni tanto

Inserisci frasi come: “Ha espresso molto bene il concetto…”, “Ha descritto molto bene la sua necessità…”, “Sa che mi ha dato uno spunto interessante..?”

 

6 – Cerca interessi comuni e fallo notare

Le persone acquistano più volentieri da chi percepiscono più simile a loro. Per questo è importante che tu ricerchi elementi di similitudine. Ad esempio, il tipo di scuola frequentata, la provenienza dalla stessa città o zona, un hobby preferito, uno sport PRATICATO (non tifato), ecc….  Attenzione: quando si parla di sport da tifosi, quello è un elemento TOSSICO per le trattative. Nei miei corsi dedico ampio spazio a questo ed agli aspetti legati alla creazione di rapport con l’interlocutore.

 

7 – Usa una linguistica ricca di parole emozionali

Le parole suscitano emozioni, per cui devi sceglierle con cura ed usarle altrettanto bene. Scegli vocaboli che creino le emozioni che desideri che il tuo cliente provi, per generare fiducia e poter condurre con efficacia la trattativa di vendita.

 

8 – Fai visualizzare al tuo cliente come si sentirà

Attraverso domande specifiche, fai visualizzare al potenziale cliente come si sentirà quando sarà in possesso di quanto gli stai proponendo. “Come si sentirà quando sarà comodamente seduto sul nuovo divano, guardandosi la nuova serie di Gomorra in tv?” (Gli dirai questo perché precedentemente hai scoperto, grazie alle tue domande, che è un fan di quella serie tv…).

 

9 – Ascolta le sue “affermazioni emotive” e usale nelle tue argomentazioni

Ricalca i termini usati dal cliente. Questo ti servirà per entrare maggiormente in sintonia con lui, per creare maggior vicinanza ed empatia.

 

10 – Go first!

Come dicono gli americani, ovvero: vai tu per primo nello stato d’animo nel quale vuoi che vada il tuo potenziale cliente. Per fare questo, devi semplicemente domandarti: “In quale stato d’animo voglio che sia il mio potenziale cliente?” ed andarci tu per primo. Vuoi che sia curioso? Allora devi essere tu curioso. Vuoi che sia di buon umore? Allora devi essere tu di buon umore. Ti dico questo perché il tuo corpo trasmetterà in maniera inconscia, attraverso un preciso linguaggio dei segni e delle espressioni facciali, quello che è il tuo stato d’animo e, per quanto ti sforzi di controllare razionalmente la tua gestualità, le emozioni trovano sempre la strada per esprimersi attraverso il volto. Ti invito a documentarti sui neuroni-specchio, i cui effetti sull’interlocutore che hai di fronte e come usarli a tuo favore, sono argomenti e tecniche che puoi apprendere nei miei corsi.

 

E alla fine, c’è un importante elemento, che definirei decisivo per il successo delle tue trattative:

PIU’ IL POTENZIALE CLIENTE E’ EUFORICO, PIU’ DEBOLI E SCARSE SARANNO LE SUE OBIEZIONI.

La capacità di portare il potenziale cliente in uno stato d’animo positivo è il miglior metodo per stimolare il suo desiderio di acquisto.

Buone vendite!

 

Tutto quello che hai letto in questo articolo lo trovi, ampiamente approfondito ed arricchito da pratici ed efficaci tecniche da usare subito nelle tue trattative di vendita, nel corso “Arredatore Venditore”. Scoprilo qui.

 

 

 

Carrello
Apri Chat
1
Coem posso esserti utile?
Ciao, sono Giuseppe Ramerini. Come posso esserti utile?